l’ Alitalia

28 Aprile 2017

Le solite delusioni di chi vuole credere  in qualcosa che rappresenta un simbolo di nazionalità. Perché dobbiamo essere raggirati da persone  che non pagano mai per i casini che combinano? Se assumo un dirigente al massimo livello e gli affido un’azienda indebitata, come minimo questo individuo mi promette che la raddrizzerà. Quando si rende conto che questo non è possibile molla tutto e va via. Da ingenuo mi chiedo: ma come fa un tizio del genere a prendersi milioni di liquidazione da una azienda decotta? Con quale faccia si guarda allo specchio? Sapendo che  ha preso in giro tutti i suoi dipendenti e connazionali. Con che coraggio questi elementi girano liberi e sicuri di godere di immunità, e spero che non godano di auto blù e scorte. Certamente a parole sono bravissimi e  le colpe le faranno ricadere sull’uovo di pasqua che contiene il management. In questo enorme uovo presumo che siano in tanti, forse troppi e mi permetto una “illazione” forse tanti di nomina politica che come al solito dell’azienda non gliene frega nulla. Adesso come collaudato sistema politico italiano, si aspetta che si sgonfia la notizia, poi si correrà in qualche modo ai ripari. Questo sarà auspicabile, perché non si potrà lasciare per strada intere famiglie, che considerando l’indotto diventa una tragedia. Ma IO come cittadino Italiano vorrei vedere qualche testa finire in galera, ma subito, non con condanne fra qualche anno, in attesa della solita prescrizione. Ho l’impressione che nel mondo le democrazie tendono a ridursi notevolmente. Ma da noi italiani serpeggia il malcontento generale e qualcuno comincia a desiderare l’uomo forte, che continuando di questo passo, purtroppo non tarderà ad arrivare. Quello che mi risulta incomprensibile  è la motivazione che spinge coloro che detengono il potere a tagliarsi gli attributi masochisticamente giorno, dopo giorno.

Buona giornata a tutta la gente comune.

 

 

Autore: riflessioniopinioni

sono nato in un paesino dell'alto Molise, la sera di pasqua del 1947. A Milano da mezzo secolo, sposato, con tre figli ed altrettanti nipoti. vivo in un bel paese della campagna pavese. ho svolto molte attività, leggo da sempre e scrivo libri da cinque anni. Genere romanzi, gialli, storici e per bambini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: