Lo Sfogo-Umberto eDomenico

Bereguardo 24 Ottobre 2017

Sto andando a comprare le sigarette a mia moglie, di solito passo per il parco e noto che seduto su una panchina c’è il mio amico Umberto, che legge il giornale.
Si accorge della mia presenza solo quando mi siedo al suo fianco, allora lo guardo e sorridente gli dico:
-Ciao Umberto, che piacere vederti in giro, sei sempre chiuso in casa a scrivere?
-Sì! D’altronde è l’unica cosa che posso fare.
-Uè!Come mai così depresso?
-Con la mia pensione non ce la facciamo ad arrivare a fine mese, perciò non esco mai, per esempio stamattina ho comprato il giornale per leggermelo qui in panchina, però al bar mi è venuta voglia e ho bevuto un caffè. Così ho speso 2.20 euro, adesso torno a casa e non esco più fino a fine mese, faccio solo la mia lunga passeggiata il mattino e non spendo nulla.
-Sì! Domenico hai ragione, sarebbe ora che ci ribellassimo a questo stato di cose, in politica non funzione più nulla, i mezzi di informazione sono tutti asserviti ed è come se non esistessero. Oggi ho visto i sondaggi che danno un partito quasi al primo posto,quando in realtà, se si andasse a votare forse ne prenderebbe la metà.
-Caro Umberto vuoi che ti dica, come vorrei che fosse strutturato il futuro di questo paese?
-Se vuoi, ma sono talmente scettico, che ormai non credo più a nulla.
-Guarda nella mia profonda ignoranza, vorrei che fosse trasformato radicalmente, farei fare tutti i bulloni alla Germania, e qui diventerebbe un enorme campo di culture biologiche da esportare, come made in Italy. Per il resto tutte strutture atte alla ricezione di milioni di turisti, alberghi puliti e prezzi onesti, trasporti pubblici funzionanti e gratuiti, camerieri che conoscono tutti almeno l’inglese e personale culturalmente preparato a fare da cicerone nei siti storici ed altro. Allora anche gli altri nostri prodotti di nicchia si…
-Domenico basta! Come al solito stai sognando.

Autore: riflessioniopinioni

sono nato in un paesino dell'alto Molise, la sera di pasqua del 1947. A Milano da mezzo secolo, sposato, con tre figli ed altrettanti nipoti. vivo in un bel paese della campagna pavese. ho svolto molte attività, leggo da sempre e scrivo libri da cinque anni. Genere romanzi, gialli, storici e per bambini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: