Umberto e Domenico -6

9 Novembre 2017 ore 13,30

-Caro Umberto, come mai fuori di casa a quest’ora?
-Scusami l’intrusione Domenico, stai ancora pranzando?
-No entra caro, vieni che beviamo insieme un bicchiere di vino, sono felice di vederti, ma spero che non sia successo nulla di grave.
-No Domenico sto venendo qui da te, perché so che sei appassionato di politica e volevo seguire con te gli ultimi risultati del voto siciliano.
-Vieni vieni, mia moglie per non seguire la politica se ne è andata dalla vicina.
-Domenico mi sembra che sia avanti il centro destra, seguito a ruota dal movimento 5 stelle e per finire dal ex primo partito del PD, completamente allo sfascio.
-Domenico ma son venuto qui da te, perché quello che mi ha colpito e l’ennesima notizia che non capisco e spero che tu possa aiutarmi a dissolvere il mio dubbio.
-Umberto cosa c’è, che non comprendi bene?
-Sto seguendo da ieri sera le innumerevoli trasmissioni televisive, e a parte le innumerevoli solite idiozie, la notizia che più mi ha colpito, non è stata la sfida politica, ma le parole dette da qualcuno, che ha chiesto guardando il cielo:
“Ma come è possibile che una regione in procinto di dichiarare fallimento, non ha approfittato di prendere i soldi, che sarebbero piovuti dall’Europa a fondo perduto dietro la presentazione di un progetto di utilità sociale?”
-Caro Umberto, non trovo nessuna risposta convincente da darti, purtroppo non è la prima volta che capita in Italia, già in passato sono accaduti fatti del genere, ma finiscono nel silenzio più assoluto e non se ne sa più niente.
-Cazzo Domenico. ma con tutta la buona volontà, non riesco a spiegarmene una ragione, sono senz’altro un ingenuo, ma non riesco a capirne la ragione. E’ come se mi dessero i soldi gratis per farmi la casa, ma io non presento il progetto. E’ una questione da bambini dell’asilo, ma sono costretto ad ammettere di essere un deficiente patentato.
Sarei veramente grato se qualcuno mi aiutasse a capire. Grazie e buona serata.

Autore: riflessioniopinioni

sono nato in un paesino dell'alto Molise, la sera di pasqua del 1947. A Milano da mezzo secolo, sposato, con tre figli ed altrettanti nipoti. vivo in un bel paese della campagna pavese. ho svolto molte attività, leggo da sempre e scrivo libri da cinque anni. Genere romanzi, gialli, storici e per bambini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: