Umberto e Domenico -9

10 Gennaio 2018

 

-Ciao Umberto, ti vedo con la faccia scura, dove vai di corsa?

-Ciao Domenico, lasciami stare perché ho un diavolo per capello!

-Cosa ti è successo?

-Ho lasciata mia moglie al supermercato e sono corso in casa, per prendere gli ultimi soldi rimastomi nel cassetto

-Scommetto che hai fatto la spesa e sei andato oltre il previsto.

-Sì! Ma non mi aspettavo che venisse fuori un casino del genere per un euro e trentotto centesimi, che sono sforato dai cinquanta che avevamo in tasca io e mia moglie. Primo, ho dovuto sopportare i suoi gli improperi , e dandomi del rincoglionito per non aver saputo fare il conto della spesa. Secondo, la cassiera mi consiglia di pagare con la carta di credito e tutti si accorgono che non potevo farlo, deducendone a ragione che era vuota. Terzo siccome in quel  mercato ci andiamo spesso e ci conoscono tutti , due clienti in fila si sono offerti di darci la moneta. Mia moglie quasi piangendo dalla rabbia mi ordina di venire a prendere i soldi messi da parte per la bolletta della luce, ed è quello che sto facendo.

-Umberto aspettami che ti accompagno, vengo in macchina con te.

-Si Domenico fai bene, così mia moglie in tua presenza si limita a darmi addosso e a rompermi le palle.

-Ascolta un po! Ma come mai hai sbagliato a fare il conto, man mano che facevi gli acquisti?

-Ma mi prendi per i fondelli? Come fai a farli con tutti i maledetti nove che compaiono nei prezzi?  Sono veramente indignato e la cosa non finisce quì, adesso appena arrivo vado a litigare con il direttore anche se non serve a nulla.

-Ah, e cosa gli dici?

-Che nel duemiladiciotto, devono smetterla con i prezzi tesi ad ingannare i loro clienti, ma questo vale per tutta Italia. Mi sai spiegare che senso ha avere il prezzo del salame a euro 9,99, oppure la televisione a 1399,00, o le concessionarie di automobili che le offrono a !3990.00. Queste sono idee retrograde di marketing e sono indignato come cittadino, perché la prendo per quella che è , una presa in giro. La stessa cosa vale per gli sconti, con tutta la cultura che ci viene rovesciata addosso è possibile che ci sono aziende che fanno lo sconto del 50 più 20, pensando che tutti siano ignoranti e non sappiano che corrisponde al 60% al 70%

-Umberto sono perfettamente d’accordo con te, ma tieni presente che il marcio viene dall’alto, viene dai nostri governanti. Adesso siamo in campagna elettorale e ti accorgi che non è cambiato nulla, non si rendono conto che il tempo scorre e non serve più promettere mari e monti , sapendo già in anticipo e quindi in malafede, che non potranno essere mantenute. E’ un autentico schifo, il mal di pancia della gente, che adesso viene chiamato populismo, A mio avviso una parola positiva che è stata buttata nella melma, però questa è una mia illazione letteraria.

-Basta Domenico, altrimenti non la finiamo più! Devono sapere che più dicono e fanno cazzate e più velocemente si avvicinano al ciglio del baratro.

Autore: riflessioniopinioni

sono nato in un paesino dell'alto Molise, la sera di pasqua del 1947. A Milano da mezzo secolo, sposato, con tre figli ed altrettanti nipoti. vivo in un bel paese della campagna pavese. ho svolto molte attività, leggo da sempre e scrivo libri da cinque anni. Genere romanzi, gialli, storici e per bambini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: