Coincidenze Trump-Renzi

10 ottobre 2016

Ieri sera tornando da Milano, accendo la televisione per aggiornarmi sulle ultime notizie politiche e risalta subito agli occhi le coincidenze fra la corsa presidenziale americana e la nostra avventura referendaria. Naturalmente partendo da basi ben diverse, la prima è di rilevanza mondiale, la nostra interessa solo a noi. Quella americana è fatta da un uomo ricco, che per sommare ricchezza e potere spende soldi suoi o dei suoi sostenitori. La nostra è fatta da un uomo che antepone il potere alla ricchezza cercando però dì farlo con i soldi nostri. Tutti e due questi paladini della libertà, che si specchiano sempre in quelli concavi, si stanno bruciando per i loro atteggiamenti tracotanti e irridenti. Solo che in america Trump si è giocata la corsa per delle frasi da lui dette anni fa sulle donne. Invece il nostro eroe ha cercato di cambiare alcuni articoli costitutivi, che ci   avrebbe trovato quasi tutti d’accordo, farcendoli di appendici che puzzano lontano un miglio. Io ingenuamente penso che se muoiono gli inquilini il proprietario di casa , cambia la serratura ed affitta ad un altro”mi riferisco al senato”. Adesso però i topi scappano vedendo la mal parata, in america i falsi amici ed i sostenitori economici che hanno investito sull’uomo sbagliato, che probabilmente si ritirerà dalla corsa. Qui da noi no, anche se il nostro eroe comincia a non dormire avendo gli incubi della sconfitta, continua a resistere strenuamente come se combattesse per una causa giusta. Nella sua arroganza ha presunto che il suo popolo sia costituito solo da ignoranti , ma i fatti gli dimostreranno il contrario. La settimana scorsa, re Giorgio  gli ha dato pubblicamente una mazzata dissociandosi, un’altra mi pare sia in arrivo da Bersani. Quest’uomo dovrebbe rassegnare immediatamente le dimissioni e non farci andare a votare. E’ riuscito in un paio di anni a  diventare l’uomo più inviso d’Italia al posto di tenere unito il popolo e riuscito a dividerlo.Ma quello che fa veramente ridere o piangere (dipende da dove si guarda) è riuscito a spaccare il suo partito e la cosa più grave è che lo ha reso odioso agli altri, a cominciare dalla esecuzione Marino,loro sindaco di Roma.

Autore: riflessioniopinioni

sono nato in un paesino dell'alto Molise, la sera di pasqua del 1947. A Milano da mezzo secolo, sposato, con tre figli ed altrettanti nipoti. vivo in un bel paese della campagna pavese. ho svolto molte attività, leggo da sempre e scrivo libri da cinque anni. Genere romanzi, gialli, storici e per bambini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: