il Contesto Sociale

2 ottobre 2016

Sento che mi arriva alle spalle, si avvicina e si siede sulla mia gamba destra, senza parlare, l’abbraccio e le do un bacino. La mi guarda e parte in tromba con la solita domanda da grandi:

-Nonno nonno, cos’è il contesto sociale?

-Veronica, perché non sei come tutte le bambine della tua età e mi chiedi di raccontarti una favola come fanno tutti i nonni e nipoti? Molte volte mi metti in difficoltà, perché faccio fatica a risponderti, però aspetta un attimo che devo riflettere sul significato e poi cercherò di tradurtelo in parole semplici. Dunque vediamo un pò: L’insieme di leggi , di abitudini , di usi e costumi, possibilmente il linguaggio e le stesse impronte etiche e morali, praticamente una struttura valida per tutti che tende ad assicurare il benessere e la convivenza comune.

-Nonno nonno, che forma ha? Di che colore è? Me la compri? Ci posso giocare?

-Piano principessa, adesso ti rispondo, dunque la forma potrebbe essere come una nuvola alta alta, che non arrivi a prendere, è incolore, non si vende ci si adatta, normalmente non ci si gioca, ma molte persone cattive non riescono a conviverci e rompono a tutti. Adesso ti faccio un esempio che è capitato a me tanto tempo fa: Eravamo sei coppie di amici quarantenni che uscivamo quasi sempre insieme andavamo a mangiare, visitare posti e ballare, ci scambiavamo le cose e i favori, eravamo tutti proprietari di casa e stavamo bene. Uno di noi aveva un grosso terreno edificabile in città, allora mi venne un’idea e proposi a tutti di vendere le nostre case. Con il ricavato avremmo costruito dei piccoli appartamenti, uno per ogni coppia, poi all’interno di questa struttura quadrata una grossa stanza comune con un camino e un tetto con ampie vetrate. Poi ognuno era libero di stare per i fatti suoi o partecipare alla vita comune, studiare, giocare ridere e scherzare. Però questo nostro amico mi disse di no perché voleva lasciare tutto ai suoi due figli. Adesso sai come è finita a distanza di anni, qualcuno e morto, le vedove vivono in solitudine alla ricerca dell’arca perduta che non trovano cambiando partner nelle sale da ballo o nei supermercati. Ma quello che sta peggio è il nostro amico, purtroppo per lui i figli sono andati in posti diversi. Il terreno è abbandonato e incolto,sua moglie è in carrozzella da anni e lui è molto molto triste, perché deve accudire da solo a sua moglie e vivono tutti e due infelicemente. Pensa principessa se questo amico avesse accettato la mia idea adesso lui sarebbe molto più libero e sua moglie vivrebbe e sarebbe accudita da persone amiche. Quindi vedi che in conclusione lui ha rifiutato di vivere in un contesto sociale e sarà infelice per il resto dei suoi giorni.

-Nonno nonno, invece quelli cattivi cosa fanno?

-Quelli cattivi non vogliono che questo sistema funzioni bene, allora fanno del tutto per rovinarlo, per esempio creando ed accentuando le differenze sociali come sta succedendo adesso, aumentano i poveri, la classe media non esiste quasi più e i ricchi diventano sempre più ricchi.

-Nonno e poi cosa succederà?

-Succede che se non si pone rimedio, i buoni si arrabbiano e fanno la rivoluzione, allora muoiono in tanti siano buoni che cattivi. Sai Veronica nel 1789 la fecero i  Francesi e tagliarono la testa al re e alla regina. Chiudendo addirittura una epoca storica   illuminista e aprendone un’altra romantica, con una ventata di idee liberali che stravolse tutto il mondo occidentale di allora. Queste idee diedero l’avvio alla nascita della nostra nazione Italia, nome che in una lingua che non esiste più dal 91 avanti Cristo, si chiamava Vitelliù.

-nonno oggi pomeriggio mi porti al parco?

 

 

 

Autore: riflessioniopinioni

sono nato in un paesino dell'alto Molise, la sera di pasqua del 1947. A Milano da mezzo secolo, sposato, con tre figli ed altrettanti nipoti. vivo in un bel paese della campagna pavese. ho svolto molte attività, leggo da sempre e scrivo libri da cinque anni. Genere romanzi, gialli, storici e per bambini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: