…nonno, nonno cos’è la Virtù?

Bereguardo 27 Gennaio 2017

Vedo che la mia signora prende in braccio la nostra nipotina e la fa sedere su uno sgabello alto da bar. Le prende un piedino e cerca di infilarle uno del paio di stivaletti che le ha appena comprato al mercato in piazza. La bambina non collabora e la nonna sbuffando, in quanto non si sente gratificata dal suo gesto, cerca in ogni modo di infilarglielo. Ad un certo punto sento che la mia principessa  esclama ad alta voce:

-Nonna, nonna stai attenta! Mi stai facendo un male che mi sembra di partorire.

Io che sto leggendo mi blocco e mi giro verso mia moglie con gli occhi sgranati, lei mi guarda con un’espressione allibita e facendo spallucce mi dice:

-Mah, non farci caso dev’essere l’asilo.

Io torno a leggere intanto che penso”Minchia cosa farà a dodici anni? Saranno cavoli amari  per i genitori” meno male che non ci sarò più e cuor che non vede, cuor che non duole. Dopo averla vinta sull’insistenza della nonna mi si avvicina e mettendosi a cavalcioni sulle ginocchia mi chiede:

-Nonno, nonno che cos’è la Virtù?  Stamattina ho sentito la mamma che ne parlava con una sua amica al telefono.

-Cara principessa la parola Virtù intende sempre una cosa buona, una cosa positiva che rende felice. Però non si vede, non ha una forma non si può toccare e neanche annusare, però rende felici.

-Come il cioccolato?

-Sì! Da bambini non tanto, perché piace più il cioccolato ma da grandi soddisfa e  appaga di più.  Comunque adesso cerco di spiegarti meglio questa cosa che ne discutevano già nell’antica Grecia più di venticinque secoli fa. L’uomo come essere umano è l’animale più intelligente che esiste, ma è anche il più cattivo, perché uccide per il solo gusto di uccidere. Però nonostante questa cattiveria nel suo animo prevale il bene sul male e se così non fosse l’umanità non esisterebbe più. Quindi questa grande forza che staziona nel nostro animo e vince sul male si chiama Virtù. Che poi non è altro che il bene, quello che facciamo a noi stessi, ma cosa più importante è quello che facciamo agli altri. Perché fare del bene agli altri è la cosa che rende più felici. Per esempio esistono lavori come i vigili del fuoco, i dottori, gli addetti alla protezione civile e tanti altri che danno maggiori soddisfazioni nel loro svolgimento perchç concorrono a salvare vite umane.

-Nonno sì va bene! ma adesso dammi il cioccolato.

 

Autore: riflessioniopinioni

sono nato in un paesino dell'alto Molise, la sera di pasqua del 1947. A Milano da mezzo secolo, sposato, con tre figli ed altrettanti nipoti. vivo in un bel paese della campagna pavese. ho svolto molte attività, leggo da sempre e scrivo libri da cinque anni. Genere romanzi, gialli, storici e per bambini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: